Chi segue una serie da vero serial deve fare i conti con un evento ineluttabile.

L’ultima puntata!

Il lutto può avere varie sfumature in base al tipo di serie e a quanto l’osservatore si fa coinvolgere dalla storia e dai personaggi. A prescindere, comunque l’evento finale esiste, il meno infausto, ma non per questo meno importante, è il riscontro del termine stagione e l’inevitabile pausa verso la stagione successiva.

Quello invece che segna il fan indelebilmente è il finale dei finali, in altre parole l’ultima puntata dell’ultima stagione. Qui le emozioni sono sovrastanti, alcuni aspettano, rimandano l’inevitabile iniziando nuove serie, leggendo libri, i più arditi iniziano a fare sport per tenersi impegnati e non pensare che l’episodio appena scaricato sia l’ULTIMO. Altri invece si piazzano davanti al computer in piena notte per essere i primi a vederlo, rischiando anche di perdere il lavoro (unico momento in cui s’interagisce con persone reali) e gustarsi nel silenzio notturno la personalissima apocalisse che provoca l’evento stesso.

Che apparteniate agli uni o agli altri schieramenti, una cosa è certa, nel momento che inizia la visione e fino al termine dei titoli di coda speriamo che gli autori della serie non siano stati cosi stronzi da decretarne veramente la fine. Questo succede anche quando la serie è dichiaratamente finita e noi la vediamo anni dopo, perché c’era sfuggita o semplicemente stavamo gustando altre avventure.

Decretare quale serie mi ha piu colpito e lacerato sul finale è dura. Qui ne propongo cinque.

Lost

La serie che metterei al primo posto in assoluto.

Chi non la vista, (c’è ne sono parecchi) e chi la vista, ma non terminata, smetta subito di leggere quest’articolo. Non siete degni! Per tutti gli altri che capiscono il mio stato mentale, proseguite pure.

In questo caso possiamo parlare di doppio lutto, poiché ogni finale di stagione t’informava direttamente quando quella successiva sarebbe stata proposta. Ricordo l’ultima puntata della seconda stagione, mi sembra marzo o aprile 2007, dopo che il magnifico robot rosso ci informava che era cattivo, comparve la scritta ci vediamo nel 2008. Avrei volentieri preso il televisore per scaraventarlo fuori dalla finestra. Per settimane ho pensato a cosa diavolo poteva succedere dopo l’esplosione del bunker. Anzi direi che il lutto con Lost era addirittura settimanale. Ogni settimana c’erano domande irrisolte e nuove domande.I numeri 4,8,15,16,23,42 cosa significavano? Chi diavolo erano Ben e gli altri? Per la cronaca i numeri li ho giocati più volte, sperando di essere “sfortunato” come Hugo.

Il finale, per problemi miei, lo visto un anno dopo, già sapevo che era conclusa, ma speravo, pregavo che forse si erano sbagliati.

Per comprare la serie  di Lost completa clicca qui.

Ho pianto! Quando si raccolgono in chiesa per passare la porta, ho pianto. Proprio come l’attore che interpretava Hugo leggendo il copione dell’ultima puntata.

Rivista quattro volte.

Breaking bad

 

A pari merito con Lost,Walter White e combriccola meritano il primo posto. Cinque stagioni, anche questa in visione postuma, (mi era sfuggita dai radar) consumata in neanche un mese. Mi ha distrutto.

 

Per comprare la serie completa clicca qui.

La fortuna, per dire cosi è che io avevo tutte le puntate in un click, per cui niente lutti a interrompere la visione, solo quello finale.

 

 

Sono passati anni dall’ultima scena in cui il protagonista nuota nel suo sangue, però di notte nelle chat per soli serial, sussurriamo un secondo avvento, in fondo non abbiamo visto morire Heisenberg, per cui…

 

 

 

 

 

Orphan Black

 

Sicuramente non al primo posto, ma essendo ugualmente splendida, gli dedichiamo il secondo. La serie impostata sui cloni umani, con una reale protagonista indiscussa che interpreta una decina di varianti di se stessa. Anche qui niente lutti spezzati,(grazie al dio Internet)ho appena consumato la visione e devo dire che forse una speranza di un seguito c’è, in fondo la fine è datata agosto 2017, quindi rientriamo in quel range in cui la speranza veramente è l’ultima a morire.

Non ho pianto, non ho spaccato il televisore, ma mi chiedo cosa stiano facendo adesso.

Sara si sarà ripresa dedicandosi finalmente alla figlia? Il fratello Felix ha continuato con le mostre in giro per il mondo? Cosima avrà terminato il suo viaggio dedicato alle cure delle sue sorelle inconsapevoli? La magnifica famiglia borghese degli Hendrix  ha trovato il suo equilibrio senza nascondere cadaveri in garage o dedicarsi allo spaccio? Tra l’altro quei due di serie ne vedevano, Breaking Bad e Dexter, sono citati come fonte d’ispirazione per le loro malefatte. Per non parlare di Helena, la sestra più incasinata che con un parto imminente riesce ancora a falciare i suoi nemici.

Per comprare la serie Orphan Black clicca qui.

Il finale ci lascia cosi,in una tranquillità da zona residenziale, quasi irreale per una serie tv. Appena finisci i titoli di cosa ti rendi conto che non ci saranno più. Abbiamo vissuto una piccola parentesi della loro vita, quella ricca di avvenimenti e ora che si ritorna alla normalità possiamo anche giraci dall’altra parte.

 

Dexter

Chi non ha visto Dexter? Il giano bifronte dell’era moderna?

Questa è una serie che vi trasporta dentro e oltre il lato oscuro e ci lascia agonizzanti. Non si può, non amare Dexter, il giustiziere solitario che uccide i cattivi. A differenza degli altri però, lui non lo fa perché è giusto o perché aspira alla santità, lo fa perché comunque ucciderebbe. Solo grazie al padre sfrutta questa maledizione per portare equilibrio nel mondo. La parte più bella è nel suo totale controllo in quasi ogni situazione e i dialoghi con se stesso. I protagonisti sono marginali e importanti allo stesso tempo, ma è lui che muove i fili. Facendo una piccola parentesi ritengo che non tutte le stagioni siano state indispensabili, anzi la troppa umanità che il suo personaggio sprigiona nel corso dell’opera, guasta un po’ il tema. Alla fine si diventa comunque dipendenti del Dexter pensiero e l’ultima puntata diventa una spina che minuto dopo minuto si pianta nel cuore.

Per comprare la serie di Dexter completa clicca qui.

 

 

Anche se ci fosse un seguito (speriamo) tutti siamo consapevoli, che il Dexter che conosciamo non esisterebbe più, il suo mondo è stato spazzato via, insieme ai suoi cari. Gli autori ci ricordano che chi balla con il diavolo si brucia. Dexter per quanto volesse portare luce, a ogni colpo inferto liberava solo oscurità che puntata dopo puntata a invaso il suo mondo.

 

 

The Mentalist

 

Su di lui ho già parlato e non mi dilungherò, ma come dimenticare il suo volto felice che abbraccia Lisbon. Patrick in sei anni ha avuto tre cambiamenti epocali, la morte della famiglia, l’uccisione di John il rosso e il fidanzamento con Teresa.

 

 

Tutti quegli eventi ci hanno portato in riva a quel lago, dove sino alla fine non si sa bene se lui viva o muoia. Il finale ci sorprende, ci commuove e ci lascia un vuoto. Anche lui deve tornare alla sua vita, alla sua privacy e  alla sua normalità. Non c’è più posto per noi nel suo mondo.

 

 

 

 

 

L’unica possibilità e riguardare la serie, ma non sarebbe più la stessa cosa.

Per comprare la serie completa clicca qui.

 

 

 

Per molte serie però esiste una via d’uscita, la grande idea, l’ottava meraviglia della settima arte. Lo SPIN-OFF.

L’unica di queste elencate che ci ha regalato un seguito è, per il momento, Breaking Bad con “Better call saul”, per chi non la vista, da vedere. In questo momento siamo in attesa della quarta stagione, il lutto è stato superato con tanta dedizione, tante serie tv e tanti libri da leggere.

Nel frattempo se state vivendo una situazione simile, non cincischiate, scaricate un’altra serie, subito, non può che farvi bene.

Questa pagina è affilliata ad Amazon.

Annunci

7 Comments »

  1. Io sono un caso a parte perchè amo i finali! Penso diano un senso a tutta la storia, e infatti non amo quando una serie va avanti troppi anni senza avere più niente da dire.
    Il finale di Orphan Black è stato una bellissima sorpresa, non si vedono tutti i giorni dei lieti fini secondo me, e l’ho apprezzato molto.
    Invece mi ha preso molto contropiede il finale di Penny Dreadful: non me l’aspettavo proprio, e quando è arrivato il The End ci sono rimasto male!

    Mi piace

  2. Spero non ci sia un continuo di BB il finale mi ha lasciato a bocca aperta…
    Forza una serie le fa perdere il suo fascino.
    Magari qualche spin off su altri personaggi non sarebbe male.
    Better call Saul all’altezza della serie principale BB.

    Mi piace

  3. Spero non ci sia un continuo di BB il finale mi ha lasciato a bocca aperta…
    Forzare una serie le fa perdere il suo fascino.
    Magari qualche spin off su altri personaggi non sarebbe male.
    Better call Saul all’altezza della serie principale BB.

    Mi piace

    • Come dici tu il prolungare la stagione oltre il suo naturale termine stanca e annoia, l idea puramente mentale però di un continuo rispetto alla morte di un personaggio o di una serie è sicuramente preferibile anche se irreale.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.