I signori della notte. Storie di vampiri italiani

Un’antologia tutta italiana, un’antologia tutta dedicata al signore della notte.

Il vampiro.

Non troveremo solo il classico succhia sangue, abbarbicato nel suo mantello in cerca di vergini o l’oscuro abitante di un castello che si sposta in Europa, portando casse della sua preziosa terra dove riposare le sue quasi immortali spoglie. No, qui troviamo storie alternative che affondano le radici nella tradizione(anche italiana) di chi vive sul sangue altrui, ma lo fa con mille sfaccettature diverse e insolite perpetrando la sua personale caccia. Perché noi italiani non siamo esenti dall’ombra della notte, anzi sembra che le nostre città e i nostri paesini siano gravidi di orrori e sangue da riempire tranquillamente altre mille antologie.

I signori della notte, è decisamente un libro da comprare, da divorare in pochi giorni. Ogni racconto sorprende e catalizza l’attenzione portandovi nel torbido dell’esistenza umana, perché ogni vittima o protagonista è essenzialmente uno specchio della nostra esistenza, anche senza voler far psicologia spiccia, mentre si legge, ci s’identifica a volte nel malcapitato, a volte nell’aggressore. Un viaggio attraverso basi nato abbandonate,quadri maledetti, turni di notte molto particolari, artisti riconosciuti a fiuto, gite nei boschi… Vorrei dire di più ma come sempre mi devo fermare perché rischio di scrivere ogni cosa, la mia personale classifica interna, il personaggio più affascinante, la morte più dolorosa, il paesaggio più inquietante, per cui basta. Dovete semplicemente comprarla e leggerla!

Vi indico solo gli autori che hanno partorito questi incubi e i relativi racconti.

Cavaliere del lavoro sucaminchiaque di Stefano Amato e Angelo Orlandi Meloni.

La forca dei Lamenti di Danilo Arona.

Color grigio sangue di Fabio Celoni.

Turno di notte di Maurizio Cometto.

Le nane di Silvana La Spina.

Occhio, naso e bocca di Fabio Lastrucci.

La sanguigna di Nicola Lombardi.

Alice oltre lo specchio di Giuseppe Maresca.

L’argento e l’ombra di Gianluca Morozzi.

Appena dopo il crepuscolo di Fabio Mundadori.

Sangue del mio sangue di Sasha Naspini.

Le lacrime di Durga di Stefano Pastor.

Mostri e mostriciattoli di Luca Raimondi.

All’ora dei vespri di Lea Valti.

Non conosco tutti gli autori sono sincero ma li ho inseriti nella lista di quello che voglio leggere prossimamente. Alcuni scrittori li ho già assaggiati in altri libri, in altri racconti come Danilo Arona e Maurizio Cometto. Non mi hanno deluso, anzi come sempre mi hanno affascinato spingendo l’angoscia che avvolge le loro opere al massimo.

Voto assolutamente sopra il dieci e lode, per questi quattordici racconti. Da non perdere!

Se ho fatto degli errori e dimenticanze, fatelo presente e correggerò subito il torto.

Buona lettura!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.