Qui lo dico e non lo nego, se ci sono altri autori nel mio regno dell’immaginazione che amo e adoro, l’unico avente il diritto a portarne la corona è Paolo Di Orazio. Le scelte che hanno portato il suo nome ad essere il re indiscusso nella mia lista, sono molteplici e per chi ha letto le sue produzioni sarà molto facile comprenderle!

Lo Scolatoio rappresentava per le suore di clausura la stazione di un percorso potentissimo

Primo motivo: Il genere! Amo tutte le divagazioni dell’horror ma lo Splatterpunk le batte tutte senza eccezioni!

Secondo motivo: Se amo leggere di certi argomenti, non leggo tutto al riguardo, perché nella grande maggioranza dei casi, il sangue e le morti generate nelle storie, sono fini a se stesse  Niente trama, niente contenuti, solo schizzi di sostanze organiche e prematura dipartita di persone che si trovano nel posto sbagliato e al momento sbagliato! Con Di Orazio non succede. Anzi tutto ha una precisa connotazione. Il sangue versato, l’agonia provata e le succulente situazioni al limite, hanno un senso, anche se nascono dalla follia!

Terzo motivo: Paolo ha la capacità di mostrare tutto l’orrore generato in una prosa fluida, in uno stile che non vi fa ritrarre ma abbracciare sino in fondo l’oscurità generata. Leggere un suo lavoro è una corsa in una giostra emotiva e sensoriale. Potresti farne a meno, ma non VUOI farne a meno!

(forse non l’avete capito ma amo quest’autore)

PUTRIDARIUM è un capolavoro, non ha caso ha vinto un premio prestigioso! L’idea è ottima, l’ambientazione surreale e ho amato sin da subito la narrazione. Una reclusa, un convento e una punizione esemplare! Sono questi gli ingredienti che danno vita ad un racconto claustrofobico e angosciante con alcuni passaggi che non scorderò facilmente. È il secondo scritto di sua appartenenza che leggo e non sarà l’ultimo, anzi… Mi ero ripromesso che avrei visionato un libro per ogni autore italiano che rientra nel Progetto Black Book ma non ho saputo resistere, ammaliato sia dalla meravigliosa copertina che fa da preludio a questa incredibile storia, sia dalla possibilità di gustare nuovamente un Incubo capace di emozionarmi e perché no, disturbarmi piacevolmente!

So che il mio giudizio è di poco conto e spero di non aver offeso gli altri autori con cui ho il piacere di condividere questo momento della mia vita (vi amo tutti) ma deve esistere e chi legge lo sa, uno scrittore che fra tutti fa aumentare i battiti appena si apre il libro. Quello per cui vorresti la prima copia stampata, possibilmente con dedica, da possedere come Gollum possedeva l’ UNICO!

Paolo Di Orazio è questo per me!

la pestarono come uva per trasformarla, mortificarla, punirla, purificarla nell’umiliazione.

Se volete gustarvi l’articolo su Vloody Mary  del sottoscritto, cliccate qui!

Intervista a Paolo Di Orazio!

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.