Quando si parla di Horror le persone reagiscono in diversi modi. Chi si schifa, chi fa spallucce e chi risulta parzialmente interessato. Chi segue questa pagina invece (presumo) fa parte di quella cerchia di persone alle quali parlando di squartamenti, di situazioni al limite e di serial Killer gli si accende una lucina nell’anima che lo pervade e lo infervora. Ricordo con piacere quando da bambino le pubblicità di Notte Horror popolavano il mio sonno di ottimi incubi e grazie a pagine come questa, ancora oggi stimolo nel modo giusto la fase REM.  Quindi non posso che ringraziare!

L’intervista nasce proprio dal mio bisogno di soddisfare la curiosità di chi si cela dietro questo meraviglioso mondo e Horror Dipendenza può, a pieno titolo, essere considerata una tra le sovrano del settore!

  1. Quando è nata la pagina?

Horror Dipendenza è nata nel lontano 2011, ero un’adolescente solitaria e brufolosa che cercava qualcuno con cui condividere la propria passione. Anni fa non c’erano le restrizioni sulla visibilità che Facebook hai imposto ultimamente e le pagine erano veramente un luogo ideale per fare conoscenze: si creavano vivaci discussioni e ho avuto modo di conoscere tanti altri appassionati. Ho conosciuto anche il mio ragazzo Jason proprio sulla bacheca della pagina, e ora mi aiuta come admin.

  1. Chi sono i padri/madri fondatori?

La fondatrice sono io, Silvia Riccò, e ho sempre amministrato la pagina da sola prima di incontrare il mio ragazzo, Jason Bortolai, che da qualche anno mi dà una mano.  Si tratta comunque di una gestione molto “personale”.

  1. Che tipo di utente cercate di raggiungere e come si è evoluta la pagina nel tempo?

Horror Dipendenza è nata inizialmente per un pubblico vicino al cinema horror più mainstream, per il semplice fatto che quando da ragazzina ho aperto la pagina era l’unico tipo di cinema che conoscevo. Con gli anni sono cresciuta ed ho ampliato le mie conoscenze ed interessi, quindi ora cerco di abbracciare il genere a tutto tondo, lasciando grande spazio anche a libri e fumetti, altra mia grande passione.

  1. Quanti utenti contate?

Siamo a 92mila.

  1. Che cosa contraddistingue la vostra pagina dalle altre?

Credo che la mia pagina abbia, come dicevo, un’impronta più personale. Sono io che scrivo tutti i commenti relativi a film e libri, giro video, talvolta live, ed insieme a Jason siamo spesso in giro per l’Italia (e non solo) per partecipare a festival, rassegne, presentazioni, convention, e raduni con altri appassionati. Si sono formate solide amicizie con molti utenti della mia pagina, ma anche con admin di altre pagine e gruppi.

  1. Di che cosa vi occupate in questo periodo?

Abbiamo diversi progetti in ballo in questo periodo. Attualmente stiamo collaborando con Home Movies e ci occupiamo di curare i contenuti speciali di alcune prossime uscite DVD da loro distribuite. Curo anche una rubrica podcast a tema cinema horror sul sito Independent Legions, “The Midnight Show”. Poi siamo stati coinvolti come co-organizzatori da The Gate, un’associazione che si occupa di eventi horror, e stiamo promuovendo “Dentro L’Abisso”. C’è anche qualche occasionale collaborazione come quella con Cut-Up Publishing e Stefano Fantelli, il Brujo nazionale.

  1. Quale iniziativa è stata tra le più seguite?

Le iniziative che coinvolgono il pubblico sono in realtà poche. Un tempo facevo il “Torneo”, un piccolo gioco a punti a tema cinema a cui partecipavano tante persone con entusiasmo e sana competitività.

  1. Che obiettivi vi proponete?

. Non abbiamo nessun obiettivo in particolare a dire la verità, siamo semplici appassionati di horror a cui piace parlare di horror. Se poi riusciamo a far conoscere libri e film meritevoli, tanto meglio!

  1. Un’altra pagina e un libro da consigliare a chi legge questa piccola intervista?

Silvia: Consiglio la pagina “The Horror: Addicted to FEAR”, gestita dalla mia amica Michela, che parla sia di cinema che di letteratura con grande competenza e passione. Per quanto riguarda le pagine monotematiche c’è “Evil Dead Italia”, gestita da Emanuele Crivello che considero uno dei massimi collezionisti ed esperti nazionali del settore.

Jason: Suggerisco “Horror Italia 24”, che tratta spesso film di nicchia e meno conosciuti.

  1. Che progetti avete per il futuro?

Progetti per il futuro? Niente in particolare, speriamo di venire coinvolti in altre iniziative interessanti, siamo sempre a disposizione per nuove proposte.

  1. Per collaborare con voi come bisogna fare?

Bisogna solo avere un po’ di pazienza! Ahah In questo periodo abbiamo tanti progetti in ballo e tanto materiale da gestire, quindi magari non riusciamo subito ad essere disponibili ma facciamo comunque il possibile per accontentare tutti.

  1. Miglior film e libro Horror da consigliare?

Silvia: Film, consiglio L’inquilino del terzo piano e Bubba-Ho Tep. Per quanto riguarda i libri: L’Esorcista e La ragazza della porta accanto.

Jason: Amityville Possession, come film, Pet Sematary e Cabal come libri.    Grazie per aver dedicato questo spazio a Horror Dipendenza e buona fortuna con i tuoi progetti futuri.

Ringrazio veramente sia per l’augurio finale sia per avermi concesso il vostro tempo. Non posso che stimarvi per aver creato dal nulla una pagina ricca di contenuti di genere e di alta qualità, senza dimenticare le collaborazioni che avete con realtà di primissimo livello! Concordo specialmente con i libri proposti da Jason. Cabal è un opera letta agli albori dell’adolescenza che mi ha segnato profondamente. Grande Clive Barker!

Pagina Horror Dipendenza

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.