Mi ricordo la prima volta che adocchiai la pagina, ne fui colpito per le immagini eloquenti e gli autori da brivido, ma più e più volte scorrevo senza leggere, senza capire e senza apprezzare, chi mi offriva un simile dono. Perché avere certi autori in Italia, non è scontato, anzi è grasso che cola. Senza Case Editrici come questa (forse l’unica) potremmo gustare i nostri idoli solo in lingua originale o cercando vecchie edizioni nelle bancarelle tra cataste di libri ammuffiti. Non solo offrono anche la possibilità di leggere nuovi autori di genere e sensazionali autori italiani .

Ho avuto l’onore di riuscire a intervistare, per mio godimento personale due grandi autori della Casa Editrice, Paolo Di Orazio e Caleb Battiago e recensito tre romanzi. Due di Paolo, Vloody Mary e Putridarium,  e uno di Battiago, Samsara: L’isola degli urlanti.

 

  1. Quando è nata la Casa Editrice?

Independent Legions è nata tre anni fa.

 

  1. Chi è il fondatore di Independent?

Il fondatore sono io, supportato da uno staff editoriale di alto livello che cresce sempre più.

 

  1. Che tipo di utente segue le vostre produzioni?

Gli appassionati del genere horror, vista la nostra specializzazione, e i collezionisti.

 

  1. Quanti autori avete pubblicato sino a oggi?

Abbiamo pubblicato circa 150 autori, quasi tutti di lingua anglosassone, tra i quali 50 vincitori del Bram Stoker Awards. Ma contiamo anche circa 20 pubblicazioni in uscita, delle quali abbiamo da tempo acquisito i diritti di pubblicazione.

 

  1. Che cosa contraddistingue Independent Legions dalle altre CE?

La nostra casa editrice si distingue per la pubblicazione di due cataloghi paralleli, in lingua italiana e inglese, diversi tra loro e dedicati a mercati e lettori differenti. Siamo l’unica casa editrice italiana a proporre un catalogo di opere di genere in lingua inglese, e dunque a lavorare sul mercato internazionale, non solo nazionale. Oltre questo, ci differenziamo rispetto alle altre realtà editoriali in Italia per un’offerta (per il catalogo in italiano) caratterizzata in gran parte da opere di autori internazionali (praticamente tutti i maggiori interpreti dell’horror moderno e contemporaneo) in gran parte mai tradotte nella nostra lingua. Il fatto di aver recentemente ricevuto un prestigioso riconoscimento internazionale come lo Specialty Press Award 2017 della Horror Writers Association (consegnatoci durante la convention StokerCon 2018), come miglior casa editrice al mondo specializzata nel genere horror e dark fantasy (a pari merito con l’inglese Eraserhead Press), e che diverse opere da noi pubblicate (ovviamente in inglese) hanno ricevuto delle nominations al Bram Stoker Award e ad altri premi internazionali, sono chiari segnalatori di come la nostra realtà editoriale sia considerata sul mercato internazionale, e di quanto (e come) ci differenziamo, come offerta e filosofia editoriale, da tutte le altre realtà editoriali di genere di proprietà italiana, che si occupano di un lavoro molto diverso dal nostro.

 

  1. Vi occupate di traduzioni, di testi inediti e di autori che non appartengono alla grande distribuzione ma comunque avete un riscontro positivo, da cosa dipende secondo voi?

La grande distribuzione non è (e non è mai stata) il canale adatto al genere horror, basta andare in una libreria qualsiasi (fatta eccezione per le poche specializzate nel fantastico) per rendersene conto. A parte Stephen King, che è storia a parte, tutti le opere horror dei grandi maestri di genere (come Clive Barker, Ramsey Campbell e Richard Laymon, tanto per citare alcuni autori conosciuti in Italia) sono praticamente introvabili nella grande distribuzione. Per questo motivo è nata Independent Legions, per riproporre ai lettori e appassionati italiani le opere dei grandi maestri di genere, ormai spariti dal mercato, dopo l’ottimo lavoro svolto, ormai diversi anni fa, da Gargoyle Books. Abbiamo dunque raccolto una sorta di ‘eredità’ in termini di proposta, traducendo tantissime opere significative per il genere, aggiungendo la nostra filosofia editoriale di selezione (ai grandi maestri e alle opere cult abbiamo affiancato diverse proposte dei migliori interpreti dell’horror contemporaneo, i nuovi protagonisti del genere) e di pubblicazione di un doppio catalogo, in inglese e italiano.

Il riscontro positivo era facile attenderselo, da parte degli appassionati di genere, visto che proponiamo il meglio dell’horror internazionale, dimenticato da tutte le  realtà editoriale del nostro paese.

 

  1. Che iniziative state proponendo adesso?

Più che iniziative, proponiamo continuamente nuove pubblicazioni, investendo (parecchio) in nuovi titoli e traduzioni, più che in fiere o manifestazioni che a nostro avviso lasciano il tempo che trovano, almeno qui in Italia. Pensiamo solo a offrire agli appassionati un’offerta sempre più completa, è questo il nostro mestiere e il nostro budget lo dedichiamo quasi esclusivamente all’acquisizione di diritti e alle traduzioni, fatta eccezione per la partecipazione o sponsorizzazione delle più significative convention internazionali dedicate al genere (come lo StokerCon o il KillerCon), attività che fanno parte del lavoro per chi come noi opera (anche) direttamente sul mercato internazionale. Il contatto con i lettori però lo riteniamo un fattore importante, visto che ci seguono appassionati e collezionisti, per cui facciamo del nostro meglio per interagire con tutti tramite i nostri media, organizzando anche, quando possibile, dei momenti di incontro e approfondimenti, tramite presentazioni (dedicate solo alle nostre pubblicazioni) presso alcune librerie specializzate sul territorio.

 

  1. Che novità ci offrite per il 2018/19?

Stiamo lavorando, come sempre a tante interessanti nuove proposte. Per quello che riguarda le edizioni in lingua italiana, vista la quantità (e qualità) delle opere in uscita, dobbiamo proporti un vero e proprio elenco:

  • A settembre 2018 uscirà l’antologia di racconti ‘Il Libro degli Orrori’ a cura di Stephen Jones (prima edizione italiana di ‘A Book of Horrors’), contenente racconti di Stephen King, Ramsey Cambell, John Lindqvist, Dennis Etchison, Caitlin Kiernan e molti altri;
  • A ottobre 2018 sarà il momento del saggio ‘Leggere Stephen King’ a cura di Brian J. Freeman, prima edizione di ‘Reading Stephen King’, che conterrà contributi dedicati alle opere del Re da parte di grandi autori di genere (come Clive Barker e Jack Ketchum), saggisti (del calibro di Rocky Wood e Bev Vincent) e registi cinematografici (come Darabont e Garris)
  • A novembre 2018 gli appassionati potranno tornare a leggere un’opera (ancora inedita in italiano) della storica coppia splatterpunk composta da John Skipp e Craig Spector; parliamo del romanzo ‘Il Ponte’ (prima edizione italiana di ‘The Brigde’);
  • -A dicembre 2018 chiuderemo l’anno in bellezza con la pubblicazione dell’antologia di racconti ‘Storie da Incubo’, a cura di Stephen Jones (prima edizione italiana di ‘Nigtmare’s Stories’), contenente racconti di Joe Lansdale, Ramsey Campbell, Neil Gaiman, Harlan Ellison, Poppy Z. Brite, Tanith Lee e tanti altri.
  • -A febbraio 2019 proporremo l’opera più importante (vincitrice del Bram Stoker Award) di un autore finora mai tradotto in italiano, Owl Goingback, nonostante sia molto celebre sul mercato internazionale; si tratta del romanzo ‘Crota’, immerso nell’affascinante immaginario delle leggende dei nativi americani,.
  • -A Marzo 2019 pubblicheremo la nostra prima graphic novel, dal titolo ‘Horror Calcutta’, un fumetto tratto dal celebre racconto ‘Calcutta – Signora delle Impudenze’ (Calcutta – Lord of Nerves) di Poppy Z. Brite, una delle più importanti interpreti della letteratura horror/dark moderna, ormai un vero e proprio cult. La graphic novel sarà sceneggiata da me e disegnata da Stefano Cardoselli. Si tratta del primo volume di una serie di fumetti che pubblicheremo, tutti tratti da opere dei grandi maestri dell’horror moderno (dai quali abbiamo acquisito i diritti di adattamento delle opere in forma di graphic novel, in esclusiva). ‘Horror Calcutta’, come tutti gli altri fumetti che seguiranno, sarà pubblicato anche in lingua inglese. Stefano Cardoselli si occuperà dei disegni di tutti i volumi della serie.
  • -A Maggio 2019 pubblicheremo un’opera che molto probabilmente si rivelerà come il libro horror dell’anno qui in Italia (o forse degli ultimi anni), visti i contenuti. Parliamo dell’antologia di racconti ‘Quintessenza Horror’, a cura di Stephen Jones (prima edizione italiana di ‘The Very Best of Best New Horror’), un maxi-volume che include racconti di tutti i più grandi maestri dell’horror moderno; ne citiamo solo alcuni: Stephen King, Joe Hill, Neil Gaiman, Clive Barker, Peter Straub, Harlan Ellison, Ramsey Campbell, Caitlin Kiernan. Un volume del genere (oltre 500 pagine), considerando la qualità e quantità dei contenuti e degli interpreti, crediamo non sia mai stato pubblicato nel nostro paese, almeno non negli ultimi 10/15 anni di totale ‘oscurantismo’ del ‘grande’ horror d’autore nel nostro paese.

Meglio fermarsi qui, per le nuove uscite, per motivi di spazio ovviamente, ma abbiamo in programma diverse altre uscite per il 2019, tra le quali citiamo romanzi di autori come Edward Lee, Richard Laymon, John Skipp, Poppy Z. Brite, Charlee Jacob e tanti altri.  E tutto ciò rappresenta solo il nostro catalogo in lingua Italiana; quello in lingua inglese, dedicato al mercato estero, è altrettanto corposo e prestigioso.

 

  1. Sono chiaramente un estimatore di Clive Barker, ma per anni mi sono allontanato dai suoi scritti, quando nel 2013 ho cercato di nuovo i suoi libri mi sono accorto che nessuno lo stava pubblicando. Solo la serie Abarat. Poi siete arrivati voi. Com’è possibile che un autore così non abbia avuto riscontro nazionale da giustificare una sua scomparsa dal nostro panaorama?

 

Ti ho in parte risposto in precedenza su questo tema, parlando di horror e grande distribuzione. Clive Barker, nonostante sia uno dei più grandi interpreti dell’horror moderno, conosciuto nel nostro paese anche grazie ai film tratti dalle sue opere più celebri, non è un autore da grande distribuzione; la narrativa horror non viene considerata adatta alla libreria, ma solo alle realtà specializzate, che sono assai poche nel nostro paese. Per quello che ci riguarda, siamo stati felici di proporre  le opere ancora inedite in italiano (di genere horror) di questo grande maestro, tra le quali i romanzi ‘Vangeli di Sangue’ (prima edizione italiana di ‘The Scarlet Gospels’) e ‘Jakabok – Il Demone del Libro’ (prima edizione italiana di ‘Mister B. Gone’), la novella ‘Anime Torturate’ (prima edizione italiana di ‘Tortured Souls’), e anche di riproporre sul mercato un grande classico come ‘Schiavi dell’Inferno’ (riedizione di ‘Hellbound Heart’, novella dalla quale è stato tratto il primo film ‘Hellraiser’) che era inspiegabilmente sparito dal commercio da qualche anno. Detto questo, penso sia inutile cercare ancora i grandi maestri dell’horror nelle librerie da grande distribuzione, nei ‘supermercati’ dei libri; i lettori e gli appassionati del genere (considerati dal mercato una ‘nicchia’, mentre per noi rappresentano la vera e propria audience da soddisfare) possono leggere i grandi maestri internazionali, tradotti in italiano, grazie a noi e a (pochissime) altre realtà editoriali specializzate, acquistando comodamente da casa su Amazon e/o sugli stores online degli editori.

 

  1. Parliamo di uno dei tanti autori che lavoro con voi, ovvero di Owl Goingback ?

Owl Goingback è un autore affascinante, per via delle sue origini (è un nativo americano, di discendenza Cheyenne) e della conseguente ricchezza del suo immaginario, oltre che per una notevole capacità di scrittura. Parliamo di una firma celebre sul mercato internazionale, ma sconosciuta qui in Italia (come accade spesso). Ci sono note da tempo le sue opere più significative, e recentemente abbiamo deciso di acquisire i diritti di pubblicazione in italiano di ‘Crota’, il suo romanzo più noto, opera vincitrice del Bram Stoker Award nel 1996.

Proporremo il romanzo a febbraio 2018, se i lettori italiani apprezzeranno l’autore, pubblicheremo altre sue opere. Con questo autore (e tanti altri del nostro catalogo) collaboriamo direttamente e strettamente, e sono in uscita, in lingua inglese, diverse sue opere, tra le quali il suo romanzo inedito ‘Coyote Rage’ (abbiamo già opzionato i diritti per l’edizione italiana), e la raccolta ‘Tribal Rites’. Oltre a ristampe di altri suoi lavori.

 

  1. Che opere e autori consigliate per un novizio lettore di genere?

Mettendo da parte Stephen King, che hanno letto tutti, i pilastri dell’horror moderno sono rappresentati da autori come Clive Barker, Ramsey Campbell, Richard Laymon, Poppy Z. Brite, Peter Straub, Jack Ketchum e anche da autori meno noti in italia, ma vere e proprie leggende sul mercato internazionale, come Edward Lee, Charlee Jacob, Brian Keene, Caitlin Kiernan e molti altri. Nel nostro catalogo sono presenti opere di tutti questi grandi interpreti, tradotte in italiano.

 

  1. Chi dobbiamo ringraziare per le vostre copertine fenomenali?

Le nostre copertine (e illustrazioni interne e/o di quarta) sono state realizzate da diversi artisti e illustratori, tra i quali Wendy Saber Core, Vincent Chong, Ben Badwin, Alan M. Clark, Led Edwards, George Cotronis e gli italiani Giampaolo Frizzi, Stefano Cardoselli e Daniele Serra.

 

  1. Un’altra pagina da consigliare a chi legge questa piccola intervista?

Non so se intendi pagina facebook, preferiamo comunque consigliare di visitare il nostro sito web www.independentlegions.com per maggiori informazioni sulle nostre pubblicazioni e attività, e di iscriversi alla nostra newletter (si può fare tramite il nostro sito web) per ricevere tutte le news.

 

  1. Che progetti avete per il futuro?

Ti ho già confidato alcuni dei nuovi progetti che stiamo sviluppando, tra i quali la creazione di una serie di fumetti (da pubblicare sia in inglese che in italiano) tratti da opere dei grandi maestri dell’horror moderno, per il resto investiremo ancora sull’offerta rendendola sempre più completa, e presentando altre opere ‘cult’ di genere che lavori dei nuovi interpreti dell’horror contemporaneo, praticamente sconosciuti qui in Italia.

 

  1. Per collaborare con voi che requisiti bisogna avere?

Il nostro staff è al completo, già oggi conta circa una ventina di risorse, per quanto riguarda invece le opportunità di pubblicare con noi, in alcuni periodi dell’anno apriamo delle submissions dedicate a raccolte di racconti (sia in italiano che in inglese), mentre per opere lunghe (romanzi e novelle) abbiamo organizzato il premio annuale Laymon, aperto a tutti. Chi è interessato, può tenersi aggiornato su queste attività attraverso il nostro sito; non prendiamo in considerazione altre modalità e non accettiamo manoscritti in visione. Ricordiamo in ogni caso che l’offerta della nostra casa editrice è caratterizzata in gran parte da opere di autori anglosassoni, con poche eccezioni.

 

  1. Il libro che ha venduto di piu tra tutti quelli che avete presentato?

Il libro che finora ha venduto di più (tra le edizioni in lingua italiana) è il romanzo ‘Vangeli di Sangue’ di Clive Barker. Ma le edizioni in lingua inglese raggiungono molto spesso vendite superiori.

 

  1. Ultima domanda , anche la pagina Facebook si è sviluppata nel tempo, quanti utenti contate?

La nostra pagina facebook conta 4.449 fans.

 

Qui non ho veramente altro da dire, tranne che, vi seguirò, comprerò e divorerò i vostri libri che rappresentano tutto quello che amo, quello che voglio e quello che adoro della letteratura contemporanea.

 

Independent Legions Publishing BLOG

Independent Legions Publishing PAGINA FACEBOOK

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.