Intervista a Marco Timossi


Oggi siamo in tema di Fantasy! Ho avuto il piacere di colloquiare più volte con lo scrittore Marco Timossi e se ci divide il genere, ci unisce l’ironia. Molto presto recensirò il suo romanzo BRANDIMARTE che ho divorato in pochi giorni e non solo mi ha fatto ridere ma anche … (se volete saperlo dovrete leggere le sue opere!)

Senza togliere altro spazio ad un mio conterraneo, vi lascio alle sue parole.

  1. Quando hai iniziato a scrivere?

Ho iniziato verso i dodici anni ma non avevo molta continuità. Infatti nonostante scrivere fosse un mio grande desiderio non riuscivo e solo negli ultimi anni ho cominciato a macinare racconti su racconti.Ho scoperto poi di avere un problema di attenzione che non mi permette di concentrarmi. A scuola dicevano che non avevo voglia, ma non era mica vero.

  1. Che cosa hai pubblicato sino ad ora?

Soprattutto volumi di poesia e saggi sul fumetto. Ho esordito con racconti brevi nelle antologie  ebook della  Cooperativa Autori Fantastici dell’amico Paolo Motta. Abbiamo scritto un antologia sui fantasmi, una su di un bar che compare nel multiverso e quella che è diventata, pure in edizione cartacea, l’antologia  di racconti fantasy post apocalittici, FuturEvo. Dopo il Grande Disastro

  1. Da dove trai ispirazione?

Da tutto! Film, anime, articoli, romanzi, racconti. Da persone che magari conosco e finiscono nelle mie storie.

  1. Perché scrivi?

Perché mi piace, mi diverte e mi fa stare bene.

  1. Perché la scelta del fantasy ironico e goliardico?

Quando sono salito a bordo della Cooperativa, Paolo Motta aveva dato un taglio ironico e leggero ai suoi racconti ed io l’ho seguito su questa linea. Paolo stesso, gli amici Greg Costantino e Mariagrazia Denicolai, mi hanno consigliato di continuare sulla strada di azione e ironia. Pensare che io sognavo di scrivere western epico!

  1. Un aneddoto divertente sulla stesura di un tuo racconto?

Nei racconti di FuturEvo dell’inquisitore Antoni, ho messo dei risvolti sexy. Da amante dello spionaggio avventuroso so che il sesso è spesso importantissimo e ho pensato di inserirlo anche io. Poi l’archetipico Conan il Barbaro era decisamente poligamo e nel fantasy Sword and Sorcery, i personaggi sono spesso voraci a letto.

Nella saga di Antoni ci sono scene licenziose e ho scoperto che le mie amiche, che hanno letto le prime avventure del sexy inquisitore, la cosa è garbata assai. Queste mie sostenitrici citano spesso le scene di sesso stupendomi alquanto!!! Poi ho capito che a loro piacevano proprio gli amplessi del bell’Antoni, quindi non potevo esimermi da questo arduo compito.

  1. Progetti futuri?

Sto scrivendo le avventure di Antoni , raccolte in brevi racconti. Poi vorrei tornare nel mondo di Brandimarte con altri personaggi e racconti lunghi. Ho già un paio di personaggi in mente…

  1. Che cosa legge Marco Timossi? 

Di tutto. Amo molto lo spionaggio action e considero gli autori nostrani Stefano Di Marino, Andrea Carlo Cappi e Giancarlo Narciso, dei veri maestri. Apprezzo molto il giallo, lo Sword and Sorcery, la space opera, il Planetary romance e il western.  Poi leggo libri di ogni genere e fumetti di ogni latitudine.

  1. Di che cosa ti occupi oltre alla scrittura?

Per lavoro faccio tutt’altro.

  1. Parlaci un po’ di Brandimarte, che cosa si deve aspettare chi lo legge?

Siamo fra mille anni nel futuro e le creature magiche sono tornate sul nostro mondo. L’Italia è invasa dagli orchi e il Vaticano si oppone mettendo in campo valenti combattenti fra questi il cosiddetto Sacerdote Soldato Brandimarte Necchi. Il personaggio è nato come parodia di Solomon Kane e ha preso poi vita propria,

C’è azione, ironia, sesso e divertimento.

  1. Attualmente a cosa stai lavorando?

La raccolta delle avventure dell’inquisitore Antoni. Sarà un ciclo di oltre venti racconti brevi.

  1. Un autore che ti ha segnato profondamente?

Sono tanti. Sicuramente come spionistico: Steve Di Marino, Andrea Carlo Cappi, Jack Narciso, Ian Fleming.

Thriller: Don Westlake. Giallisti: Carlo Lucarelli e Andrea Pinketts.

Fantasy:  David Gemmell,Michael Moorcock e il sommo Rob Howard. Western: Gordon D. Sheriffts.  Anime e manga:Nagai, Matsumoto e Tomino.

Comics: Chris Claremont, Stan Lee e Alan Moore. Fumetti italiani: Gialuigi Bonelli e la banda dei sardi

Sicuramente dimentico qualcuno!

 

Grande Marco e grazie del tempo che mi hai dedicato! Dobbiamo incontrarci,  è un po’ che rimandiamo per problemi di tempo ma a settembre finalmente riusciremo in qualche modo a condividere dal vivo le nostre passioni! Seguirò con attenzioni tutti i progetti che stai per realizzare e lo consiglio a tutti i lettori che vogliono una lettura fuori dagli schemi e divertente!

 

Se volete seguire FuturEvo cliccate qui

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.