La cisterna di Nicola Lombardi


 

Dalla grande immaginazione di Nicola Lombardi, un romanzo epico che vi terrorizzerà.

 

Editore: Dunwich Edizioni (17 marzo 2015)

Autore: Nicola Lombardi

Pagine:196

Illustrazione di copertina: Carolina Fiandri

Nuovo Ordine Morale. Una feroce dittatura militare. Un nuovo sistema carcerario estremo in cui le Cisterne rappresentano il terribile strumento per una radicale epurazione della società. Giovanni Corte, giovane pieno di speranze, conquista l’ambito ruolo di Custode della Cisterna 9, nella quale dovrà trascorrere un anno. E comincia così per lui un cammino – inesorabile, claustrofobico, allucinante – lungo gli oscuri sentieri dell’anima umana, verso il cuore buio di tutti gli orrori che albergano fuori e dentro ciascuno di noi.

Non conoscevo Nicola Lombardi. Lo ammetto!

Un post di un altro scrittore però ha attirato la mia attenzione su questo romanzo. Era Luigi Musolino. Ora quando un autore come lui scrive una recensione grandiosa su un collega, devo per forza rizzare le orecchie.

Ho comprato il libro e ho fatto qualche ricerca. Ebbene mi sono trovato davanti ad una leggenda del nostro paese. Da li è nata poi l’intervista presente sul blog. Tra l’altro senza saperlo avevo già letto sui racconti in diverse antologie ma l’ignoranza…

Nicola Lombardi.

Era emozionato, sono emozionato!

Da poco ha pubblicato una nuova opera “Il Letto Rosso” che ahimè, non ho ancora letto (sarà fatto al più presto), ma come non ho letto ancora la moltitudine della sua produzione. Lo dico sempre ma lo ripeto, siete in tanti a scrivere e ci vuole tempo per riuscire a recuperare, sto già facendo un’ottimo lavoro (lo affermo da solo!!!) nel riprendere in mano gli anni persi, ma ahimè sono ancora lontano dal raggiungere un risultato apprezzabile.

La claustrofobia provata leggendo quest’opera è unica. Il protagonista, come avete letto nella sinossi, raggiunge il tanto ambito posto di custode. Durata un anno, poi potrà andare a spendere i suoi soldi dove vuole, possibilmente in un posto caldo e tranquillo. Ma con il passare dei giorni e dei mesi qualcosa nel suo modo di pensare cambia, rendendo la permanenza solitaria, non così facile da affrontare.

Un grande racconto distopico che disturberà il vostro sonno, smuovendo senza mezzi termini le vostre paure. Solo un grande autore poteva creare un’opera simile.

“La cisterna appariva immensa, un cilindro grigio scuro che spezzava con severità le timidezze cromatiche dell’alba e riempiva il cuore.”

Intervista Nicola Lombardi

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.