Cagliostro E-Press


Oggi parliamo di una casa editrice che sta andando alla grande (da anni). Per chi ha l’occasione (io ci sarò) di andare a Lucca Comics, troveremo uno spazio più esteso rispetto al passato. Tutto dedicato alle opere che producono e che nascono dalla mente dei loro collaboratori.

Grazie ancora del tempo che mi avete dedicato. Seguitemi perchè con loro non è finita. Ne parleremo ancora!

  1. Quando è nata la casa editrice?

Cagliostro E-Press nasce nel 1996 come Studio Cagliostro, dalla volontà di 3 giovani autori di mettersi insieme per esplorare il mondo della narrazione a fumetti partendo principalmente dalla fantascienza, più precisamente dal cyberpunk che in quegli anni impazza in lungo e in largo soprattutto nel Cinema, Nello stesso anno esce infatti nelle sale “Matrix”, capostipite di una nuova generazione di film di genere e rivoluzionario per quanto riguarda gli effetti speciali.

  1. Chi sono i padri fondatori e com’è strutturata la CE?

I tre fondatori di Studio Cagliostro sono Giorgio Messina, Claudio Valenti e Claudio Iemmola, quest’ultimo fuoriuscito all’indomani della trasformazione in Associazione Culturale Cagliostro E-Press, avvenuta qualche anno dopo quando la voglia di raccontare si unisce a quella di cercare nuovi talenti da lanciare nel mondo del fumetto.

  1. Come si è evoluta la casa editrice nel tempo?

Dal lontano 1998, come dicevo, Cagliostro E-Press ha fatto parecchia strada ed è mutata altrettanto; agli inizi era un manipolo di pochi autori che collaboravano tra loro per realizzare delle storie a fumetti basate principalmente sul proprio immaginario e sui propri gusti: si cominciò con Futura, per poi passare a Eon e DN4, storie nate principalmente dalla penna di Piero Viola, acquisto della prima ora del nuovo team creativo. Futura è completamente disegnata da Claudio Valenti e pubblicata a puntate sul web gratuitamente su www.latelanera.com, sito che per primo ha ospitato le avventure proposte dall’Associazione; Eon e DN4 sono le prime web serie proposte da Cagliostro dove si cominciano a vedere nuovi giovani autori esprimersi sui testi del sempre più prolifico Viola e sulla quale debutta anche il sottoscritto disegnato alcuni degli ultimi episodi della serie. DN4 si caratterizza invece come la prima serie “prodotta” da Cagliostro, in quanto raccoglie un gruppo odi scrittori e disegnatori e gli fa realizzare un proprio progetto di cui segue lo sviluppo, lo indirizza e corregge dove serve, si occupa dell’editing e della produzione, fino alla pubblicazione in rete. Negli anni ci saranno altri progetti di vario genere che si svilupperanno più o meno in questo modo, quello che è diventato il marchio di fabbrica della “bottega editoriale” Cagliostro E-Press. Nel 2006 arriva finalmente il vero e proprio debutto cartaceo con la riproposta della miniserie Futura, primo fumetto su web e primo su carta! Da allora ci sono state decine di pubblicazioni di vario genere, dalla fantascienza all’horror, all’erotico, al manga, lo steampunk, in western, il poliziesco, lo storico, spaziando davvero in tutti i generi del fumetto. Oggi Cagliostro E-Press è una realtà consolidata in cui possono trovare spazio i nuovi autori e gli emergenti, seguiti da un gruppo di lavoro che si è formato sul campo e offre una struttura in grado di far crescere chi si approccia dall’inizio al mercato del fumetto, fino ad arrivare a lavorare per editori di importanza nazionale e internazionale. Diversi sono infatti autori più o meno affermati, oggi impiegati nel campo del fumetto come professionisti, che hanno esordito sulle pagine di qualcuna delle nostre pubblicazioni.

  1. Quante opere pubblicate l’anno?

In genere Cagliostro E-Press presenta dai 4 ai 6 titoli ogni anno in occasione di Luccacomics, dove quest’anno, per il quinto anno consecutivo, saremo presenti con un nostro spazio espositivo in città, in concomitanza con la famosa kermesse del fumetto italiano. Dopo 4 anni di “Spazio Cagliostro” in piazzetta dell’arancio, a pochi passi dalla torre delle ore, quest’anno ci siamo evoluti in un nuovo spazio in via del Gallo 11, vicino a piazza  Bernardi e piazza Napoleone: Casa Cagliostro.

  1. Quanti autori contate in questo momento?

Come dicevo, ogni anno pubblichiamo dai 4 ai 6 volumi a fumetti, per la produzione dei quali coinvolgiamo dai 10 ai 20 autori per ognuno, che sviluppano insieme storie divise in episodi da 12 pagine ciascuno, tra le 7 e le 13 storie a volume. Ci sono alcuni autori, tra sceneggiatori e disegnatori che spesso sono impegnate su più progetti o producono più di un episodio dello stesso progetto, ma si tratta comunque di diverse decine di autori che ogni anno gestiamo, la maggior parte dei quali all’esordio assoluto nel fumetto.

  1. Che cosa contraddistingue la vostra CE dalle altre?

La distinzione marcata e sostanziale tra Cagliostro E-Press e il resto degli editori che troviamo sul mercato è che lo scopo principe dell’associazione è quello di scoprire e valorizzare nuovi autori, accompagnandoli nei primi passi nel mondo della professione del fumettista, facendogli sviluppare dei progetti ideati dal gruppo di lavoro interno, che si occupa poi di seguirne lo sviluppo, correggendo, suggerendo, seguendo tutto l’iter dalla scrittura delle sceneggiature, alla realizzazione delle tavole a fumetto, all’attività di editing, prestata e produzione dei volumi, affermandosi come vera e propria “bottega editoriale”.

  1. Che iniziative state proponendo adesso?

Quest’anno presenteremo a Luccacomics principalmente 4 nuove pubblicazioni: Sette Sigilli, prima nuova escursione nel genere fantasy di Cagliostro E-Press;

Incrociatore Stellare E.Salgari, giunto al terzo e conclusivo capitolo, un nuovo balenottera di quasi 200 pagine dove assisteremo alla conclusione della saga;

Mr. Holmes & Dr. Watson, terzo racconto in salsa steampunk ispirato alle vicende del noto detective londinese;

Servizi Segreti Italiani, miniserie ambientata nell’Italia degli anni di piombo in versione ucronica;

Cuore e Acciaio, storia di genere post-apocalittico, che narra le vicende travagliate di un gruppo di avventurieri in un mondo assai pericoloso.

  1. Che target di lettori cercate di raggiungere?

Le nostre storie spaziano su tutti i generi del fantastico e sono indirizzate  coloro che cercano un po’ di aria fresca nell’universo narrativo italiano dove siamo ormai abituati a conoscere soprattutto personaggi storie con un vissuto pluridecennale.

  1. Un consiglio per chi vuole lavorare con voi?

Lavorare con noi è abbastanza semplice: basta avere un sogno nel cassetto, voglia di perseguirlo e raggiungerlo e la pazienza  l’impegno necessario ad arrivarci: il resto lo mettiamo noi.

  1. Che progetti avete per il 2019?

Per il 2019 proseguiremo sicuramente due dei progetti che abbiamo sviluppato nei precedenti 2 anni, ma che quest’anno, per evitare di affollare troppo il nostro catalogo abbiamo deciso di sospendere momentaneamente:

Daryl Dark, indagatore dell’occulto quarta e conclusiva stagione;

Goldencity Mistery Men seconda stagione, il nostro “Spaghetti Watchmen”;

Sette Sigilli seconda stagione, perché siamo sicuri che sarà un successo;

E poi, nella riunione direttiva che si terrà nei giorni di Luccacomics, valuteremo nuove idee, tra cui probabilmente un nuovo progetto fantascientifico, che non può mai mancare nel nostro catalogo e un nuovo progetto, alla quale sto lavorando da un po’ di tempo, ma che se ti svelassi dovrei poi ucciderti:D

  1. Il fumetto com’è cambiato nel tempo e che cambiamenti ci aspettano nel prossimo futuro?

Be’, il fumetto come genere narrativo ha più di 100 anni e se dovessimo discutere qui di come è cambiato nel tempo, probabilmente diventeremmo vecchi prima di avere concluso. Sicuramente oggi, con il dilagare degli adattamenti cinematografici, certi modi di raccontare le storie sono cambiati, sopratutto per quanto riguarda il mainstream. Il fumetto indie, per quanto mi riguarda, trovo che abbia subito molto meno questa influenza e sia rimasto più ancorato alla voglia di raccontare storie che colpiscano con la sostanza del racconto e con disegni che coinvolgano il lettore in un momento di relax e di quel viaggio fantastico che porta verso l’ultima stella a destra e poi su, fino al mattino…

  1. Dove possiamo incontrarvi nei prossimi mesi?

Sicuramente, come accennato poco fa, dal 31 ottobre al 4 novembre saremo a Lucca in via del Gallo 11, nel nostro nuovo spazio a ingresso libero, in cui presenteremo le nostre novità, terremo workshop, presentazioni ed eventi serali oltre il normale orario di chiusura dei padiglioni, pertanto, quando Luccacomics chiude, noi continuiamo le danze anche oltre il post cena con alcuni eventi a tema, ovviamente partendo da un Halloween Party la sera del 31!

 

Cagliostro E-Press

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.