Le Impure


«Ognuno di noi vive più vite» diceva mamma quando era piccola. «Quella che stiamo vivendo adesso è la seconda di mamma e la prima per te». Io allora non capivo, ma mi piaceva sentirglielo dire. «Quante vite avrò?» chiedevo a mamma, e lei rispondeva: « Tutte quelle che vorrai»

Editore: Nero Press Edizioni

Autore: Matteo Bertone

Copertina: Laura Plamatone

 

Dalla quarta di copertina:

Elettra ha trent’anni, vive a Torino e fa la escort o, come ama definirsi, la “babysitter per adulti”. Sua madre è scomparsa in circostanze misteriose quando lei aveva sette anni e da quel momento è cresciuta con la nonna Caterina, in una casa isolata tra i boschi del biellese. Qui passa l’infanzia e l’adolescenza, facendo i conti con le voci di paese e il pregiudizio della gente che l’addita come la nipote della strega. Si vocifera infatti che Caterina sia una masca, che abbia poteri magici e che sia in grado di preparare pozioni e lanciare sortilegi. Ma quella vita non fa per lei e, arrivata alle soglie dei diciotto anni, Elettra scappa e si rifugia a Torino da Clara: la migliore amica di sua madre. Tra le due si instaura un legame fortissimo, Clara diventa per lei madre, amica e confidente ed è la porta verso il mondo, quello reale, dal quale la ragazza è sempre rimasta lontana. Quando Elettra riceve la notizia della morte della nonna, Clara sarà la prima a saperlo e a convincerla ad affrontare le sue paure e tornare nei luoghi del suo passato. Per lei ripercorrere la strada di casa vorrà dire decidere di scoprire finalmente quali sono le sue radici e assecondare, fino in fondo, quella forza che da sempre la conduce verso i fitti boschi che proteggono e nascondono i segreti della sua famiglia.

 

Una lettura piacevole e scorrevole. Non è un Horror nel vero senso del termine ma è oscuro e ciò mi piace molto. L’autore ci porta in mondo nero ma molto reale, almeno sembra. Elettra, da bambina è costretta a vivere con la nonna, una donna emancipata per l’epoca. Vive questa diversità però come una costrizione, che la segnerà profondamente, tanto da abbandonare casa appena potrà, scappando a Torino.

Nella sinossi lo intuiamo, la protagonista non vive ma sopravvive e la morte inaspettata della nonna apre una sorta di vaso di pandora. Non vuole tornare nel suo mondo di origine, ma successivamente viene convinta da un’amica. La struttura del romanzo ci accompagna attraverso Flashback nella sua prima vita, cosi la definisce Elettra, permettendoci di osservare il mondo attraverso lo sguardo della bambina.

Un libro sulle streghe, nel senso reale non hollywoodiano del termine, anche se il lettore è spinto a immaginare che ci sia di più… Il mondo della protagonista è il nostro mondo, l’autore Matteo Bertone, è bravissimo nel farci vivere l’angoscia della protagonista imprigionata nelle sue varie fasi. Bambina, adolescente e donna. Un romanzo che fa riflettere.

La Nero Press si conferma a mio parere un’ottima casa editrice che non segue l’onda ma la crea, spingendoci verso lidi conosciuti ma esposti in maniera non convenzionale.

Il romanzo non è la mia classica lettura, non ci sono spargimenti di sangue o scene forti che disgustano o fanno saltare. Esistono però paragrafi che raccontano l’essenza del diverso, di chi è additato ed è costretto ad un isolamento forzato per mantenere la propria identità. Un racconto scuro, più spirituale che terreno. Almeno questo è il mio modesto parere.

 

L’autore in questo periodo sta promuovendo il suo libro in giro per l’Italia.

Le impure a Reggio Emilia

Le Impure-romanzo

intervista Nero Press Edizioni

Annunci

2 risposte a "Le Impure"

  1. Ho assistito alla presentazione che Matteo Bertone ha tenuto qualche settimana fa a Strani mondi e ammetto che è stato piuttosto convincente nelle’esposizione (cosa rara, tra l’altro). Purtroppo mentre mi stavo precipitando al banchetto Nero Press mi hanno trascinato via… ma non è ancora detta l’ultima parola.

    Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.